Lorenzo Invernici | Lightroom 5 vs Capture NXD beta
298
single,single-post,postid-298,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,paspartu_enabled,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive
Lightroom vs Capture Nxd

25 Feb Lightroom 5 vs Capture NXD beta

Oggi Nikon ha presentato, oltre la nuova D4s, un inedito software per l’elaborazione dei file .Nef: Capture NX-D.

Il software è ancora in versione beta, scaricabile però gratuitamente qui: http://beta.nikonimglib.com/index.html.en
I primi ostacoli compaiono con l’installazione: sul Macpro tutto ok, sull’iMac continua invece a dare il messaggio di errore che la connessione internet è assente e quindi non può continuare l’installazione, pur essendo in realtà collegato.
capturenx-d

Una volta aperto ci si trova la classica barra laterale per navigare tra le proprie immagini nelle cartelle del pc, mentre sulla destra (sembrano) esserci gli strumenti dedicati all’editing, che però sono divisi per categorie che vanno “attivate” cliccando sull’icona corrispondente in basso a destra. Per chi non è troppo pratico di software del genere la cosa potrebbe disorientare.
Una volta importata la foto le difficoltà non finiscono, trovare e agire sui parametri di editing desiderati non è per nulla semplice: spesso le “sezioni” dedicate ai singoli strumenti di editing si confondono tra loro, rendendo l’interfaccia utente ancora meno chiara, mi sembra inoltre che alcuni strumenti siano completamente assenti (o quantomeno io non sono riuscito a trovarli), come la gestione del colore seletetiva o il recupero di alteluci e ombre.

Già a questo punto la nuova versione di Capture è indietro di qualche punto rispetto a Lightroom che a livello di interfaccia e usability è uno dei raw editor meglio strutturati.

Dopo essermi scontrato con le difficoltà di editing legate all’interfaccia, ho iniziato a sviluppare lo stesso raw nei due programmi, agendo sugli stessi pochi parametri: nitidezza e correzione ottica, dopodichè ho esportato il jpeg full size per potere confrontare le due immagini.
Quello che ho potuto notare è che capture NX-d tende a creare un file molto più piatto (su entrambe le immagini NON ho agito su curve e contrasti) andando quasi ad appiattire determinati passaggi tonali. Il file è meno contrastato e i colori sono meno vividi. A livello di nitidezza mi sono sembrate invece abbastanza identiche.

In conclusione, penso che il limite più grosso di Capture NX D sia proprio l’interfaccia utente, troppo disordinata e poco chiara. Per avere qualche speranza con i competitor, in Nikon devono riuscire a rendere l’esperienza utente e l’usabilità più immediate e coinvolgenti.

Ho deciso di sviluppare la stessa immagine anche con Phocus, il software di Hasselblad. Il risultato è molto vicino a quello di Lightroom, si possono notare però delle diversità di tonalità sui toni della pelle.

Nikon Capture NX-D beta
_ADV1913-nxd
Adobe Lightroom
_ADV1913
Hasselblad Phocus
_ADV1913-phocus_0001

No Comments

Post A Comment