Lorenzo Invernici | Then vs Now – Come è cambiato il mio modo di fare post
286
post-template-default,single,single-post,postid-286,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,paspartu_enabled,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive

17 Feb Then vs Now – Come è cambiato il mio modo di fare post

Ogni tanto, a distanza di qualche anno, mi piace riprendere in mano dei vecchi scatti e provare a lavorarci con il gusto odierno e con tecniche imparate nuove o migliorate di recente.
Le foto che vi propongo, sono state scattate nel Marzo 2012 quindi quasi 2 anni fa precisi. Per quello shooting avevo in prova la nuova (all’epoca) D800 e mi era stato dato un esemplare demo da testare sul campo, così decisi di fare qualche foto con il mio amico Frenk Cliff, cantante e producer.
Gli scatti ottenuti da quella sessione erano poi stati usati per la promozione del suo album e come materiale press.

Screenshot 2014-02-17 21.18.37

A quel tempo decisi di elborare l’immagine caricandola molto di quel qualcosa che chiamo “epicness” (quel senso di grandiosità), facendo soprattutto un lavoro di compositing per rendere il cielo più drammatico e intigrante. Solo con l’occhio di oggi però mi sono accorto che quell’immagine era satura di soggetti: Frenk, l’Harley, Il palazzo, il cielo drammatico, il sole. Il problema di fondo è che a tutti questi elementi avevo dato troppa importanza, andando a togliere attenzione dal vero soggetto dello shooting, ovvero Frenk.

Così ho deciso di ripartire dal processo di selezione delle foto per cercare qualcosa che rispecchiasse di più la mia visione attuale. Lo scatto che avevo selezionato al tempo non mi piaceva più, soprattutto per quanto riguarda posa e illuminazione.
Tra le varie foto ho scovato (tra l’altro proprio tra quelle scartate al tempo) quella che poi sono andato ad elaborare. Illuminazione molto più drammatica e localizzata sul viso, posa più aggressiva e meno “annoiata”, angolazione di scatto leggermente diversa. Secondo me è questo oggi lo scatto che avrebbe funzionato!

Ho iniziato così il processo di postproduzione, anche qui ho fatto un compositing per rendere il cielo più interessante (il giorno dello shooting non c’era letteralmente una nuvola in cielo) senza però andare ad esagerare e senza quindi creare un elemento di “distrazione”.
Anche i colori hanno subito un trattamento diverso, ho cercato di creare una palette di toni molto limitata, andando ad esempio ad escludere il blu presente nella vecchia versione e cercando di avvicinarmi più alla mia palette attuale costituita da colori naturali e in generale desaturati.

Dopo questo processo di color correction ho deciso che sarebbe stato opportuno aggiungere un elemento per dare “calore e colore” all’immagine, che aiutasse ad attirare l’attenzione sul soggetto, così ho inserito un light leak arancione in corrispondenza del sole e ho ottenuto così questa nuova versione, che per la mia visione attuale è molto più bilanciata e più efficace.

DSC_3803-Edit

No Comments

Post A Comment